• LPMEDIA

Come si stanno evolvendo i lavori nel mercato digitale?

Viviamo in un mondo in cui le considerazioni sulla carriera devono includere un piano a prova di futuro.


Molte persone vivono nel timore di perdere il lavoro a causa dell'intelligenza artificiale e di altre forme di tecnologia. Tuttavia, imparare a considerare il mercato digitale in evoluzione può fornire un quadro chiaro di come la formazione continua possa contribuire a migliorare le possibilità di sicurezza del lavoro oggi e in futuro.


Con l'evoluzione dei posti di lavoro e l'aumento del divario di competenze, i dipendenti e i datori di lavoro devono cercare il modo di aggiornarsi per garantire la pertinenza delle proprie competenze e conoscenze. Per il settore dell'istruzione, questi cambiamenti possono offrire grandi opportunità, a patto che i college, le università e gli enti di formazione sappiano come sfruttare il mercato.


Competenze tecnologiche

Tra il 2012 e il 2016, l'Associazione per lo sviluppo dei talenti ha analizzato oltre 30 milioni di descrizioni di lavori che richiedevano competenze ed esperienze tecnologiche.


Hanno rilevato che il 60% delle posizioni lavorative elencate includeva competenze ed esperienze tecnologiche per le mansioni non IT e hanno scoperto altri fatti interessanti sul ruolo che la tecnologia svolge sul posto di lavoro.


Il reparto IT


Oggi la comprensione della tecnologia è richiesta in tutti i reparti e le funzioni. Sebbene il reparto IT svolga ancora un ruolo importante nel fornire tecnologia alle aziende, quasi l'80% dei leader aziendali ha assunto dipendenti con competenze o esperienze tecniche invece di affidarsi solo all'IT.


Inoltre, oltre il 75% dei lavoratori ha bisogno di strumenti e tecnologie di analisi per svolgere il proprio lavoro. Questa tendenza è legata all'aumento del marketing digitale, dei prodotti forniti online e del crescente utilizzo del cloud.


Security skills

Le competenze in materia di sicurezza non sono legate alla prevenzione delle perdite o alla gestione degli edifici. Invece, l'aumento delle violazioni che riguardano le informazioni personali e aziendali rappresenta una nuova minaccia che ha trasformato la necessità di una maggiore sicurezza informatica.


Le posizioni di responsabile della sicurezza informatica (CIS) sono aumentate di profilo e il 20% si è trovato di fronte ai consigli di amministrazione delle aziende che vogliono sapere cosa stanno facendo per proteggere le informazioni aziendali.


Ciò significa che il ruolo del CIS è diventato una posizione molto visibile. Le competenze in materia di sicurezza sono diventate un vantaggio anche per molti ruoli di marketing e finanza.


Più dell'alfabetizzazione informatica

L'alfabetizzazione informatica è un dato di fatto per quasi tutti i lavori odierni. Tuttavia, c'è una crescente richiesta di competenze tecnologiche un tempo riservate alle posizioni IT, come la "progettazione di soluzioni" e l'"interfaccia utente".


Queste aggiunte alle descrizioni delle mansioni riguardano molti ruoli diversi, tra cui le risorse umane e la finanza. Altri requisiti professionali un tempo riservati ai reparti IT includono competenze analitiche, capacità di gestione digitale ed esperienza nella gestione di fornitori di tecnologia.


Colmare il divario di competenze

L'aumento della domanda di competenze tecnologiche dimostra il forte spostamento verso la digitalizzazione del posto di lavoro e le nuove competenze che un maggior numero di posti di lavoro richiederà.

La tecnologia non deve essere vista come qualcosa che sostituirà l'uomo, ma è invece la ragione per cui l'uomo deve essere lungimirante nello sviluppo delle competenze. Il desiderio di rieducare anche i professionisti più istruiti è più reale che mai.

I leader e i lavoratori dovranno considerare come contribuire al cambiamento del panorama digitale per colmare il divario di competenze creato dall'evoluzione della tecnologia. Questa rapida innovazione richiede una nuova mentalità e un set di competenze di natura adattativa.

Il mondo ha cambiato il modo di fornire prodotti e servizi. Questi cambiamenti hanno alterato il modo in cui la tecnologia viene utilizzata, dalla produzione al modo in cui gli addetti al marketing pubblicizzano i loro prodotti. È necessario impegnarsi nell'adattamento per migliorare le conoscenze tecniche e l'esperienza, al fine di promuovere carriere che possano essere sostenute anche in futuro.

Il settore dell'istruzione ha l'opportunità perfetta di sfruttare la domanda di competenze digitali in tutti i ruoli e le industrie, fornendo qualifiche aggiornate e allineate al settore, riconosciute sul posto di lavoro.


Il ruolo della formazione

La promessa di un aumento della produttività attraverso l'automazione solleva interrogativi per i politici e i dirigenti d'azienda, che sono alle prese con l'impatto che l'automazione avrà su molti aspetti del business.

Ciò include i posti di lavoro, in generale, il livello di competenze richiesto nei ruoli esistenti e in quelli nuovi, nonché aree quali i salari previsti in un mercato del lavoro in evoluzione.

Molte aree sono ancora sconosciute e sfidano le idee convenzionali sull'occupazione. Una delle sfide più grandi è quella di tenere il passo con il cambiamento delle competenze richieste dal mercato digitale. La maggior parte delle aziende non dispone di un programma di formazione che aiuti i lavoratori a mantenere le competenze necessarie per svolgere efficacemente il proprio lavoro.

Allo stesso tempo, i sistemi educativi non cambiano per stare al passo con le richieste del mondo del lavoro.


Il divario di competenze

Un sondaggio ha rilevato che il 40% degli intervistati ha indicato la mancanza di competenze come la ragione principale delle offerte di lavoro entry-level. Queste lacune comprendono sia le competenze tecniche che le "soft skills", come la puntualità, il lavoro di squadra e la comunicazione.

L'indagine fa riferimento anche a una ricerca condotta da LinkedIn, secondo la quale i lavoratori ritengono di non essere in grado di realizzare appieno il proprio potenziale nei ruoli attuali. Il 37% dei partecipanti ha dichiarato di non sfruttare appieno le proprie competenze e di avere un lavoro privo di sfide.


Abilitazione digitale

In un mondo in cui il lavoro indipendente è reso più facile dalla tecnologia, l'"abilitazione" digitale facilita il lavoro indipendente.

Lo studio McKinsey sul lavoro indipendente ha riportato che il 20-30% degli occupati negli Stati Uniti e in Europa svolge un lavoro indipendente. Sebbene il 70% di questo gruppo abbia scelto il lavoro indipendente, il resto del gruppo è stato costretto a farlo quando non è riuscito a trovare un lavoro tradizionale.

Coloro che sono stati costretti a scegliere il lavoro indipendente citano la variabilità del reddito e la mancanza di benefit come motivi per cui non preferiscono questa modalità di impiego.

Le aziende che scelgono la strada del lavoratore indipendente utilizzando piattaforme digitali per consentire il lavoro da casa dovranno trovare soluzioni migliori per soddisfare le esigenze dei lavoratori indipendenti. D'altro canto, le piattaforme digitali danno potere a coloro che preferiscono il lavoro autonomo o a contratto.